Pages Navigation Menu

La Biodanza di Rolando Toro Araneda

#ventirighescuolatoro – Carolina Oro

Uno sguardo penetrante che chiaramente custodiva una vastità infinita

Carolina Oro
carolina-oro-picTRASFORMATIVA. E’ questo l’aggettivo per descrivere l’arrivo della Biodanza nella mia vita.

Da allieva prima e da facilitatrice ora, la Biodanza rappresenta concretamente l’ambiente arricchito che è terreno fertile per la realizzazione integrale delle persone. In assoluto rispetto dei fondamenti della nostra umanità e della nostra appartenenza alla Natura, la Biodanza ha facilitato la manifestazione del mio amatissimo ‘disegno personale’.

La mia formazione in Psicologia e quello che sento come una naturale propensione a indagare la natura umana, hanno agevolato il mio bussare alle sue porte senza pregiudizi, per scoprire un orizzonte vastissimo e un metodo che coniuga rigore scientifico, pensiero complesso e sistemico con trascendenza, arte e poesia.

Sono ex allieva del 9° ciclo della Scuola di Modello di Milano. La mia esperienza, come quella della maggioranza degli allievi della scuola, è stato un trampolino di lancio verso la nuova ‘me’.

L’incontro con Rolando Toro è stato fugace ed intenso, in uno degli stage della scuola. Uno sguardo penetrante che chiaramente custodiva una vastità infinita.

Ora insegno Biodanza in Casentino (provincia di Arezzo) presso La Via dell’Albero a.p.s. (www.laviadellalbero.org) ad un gruppo meraviglioso di donne in continua espansione. Conduco stage in Italia e all’estero sia per gruppi femminili che misti. Lavoro per promuovere la biodanza in ambito imprenditoriale e nelle scuole. Vorrei che la Biodanza che ho imparato crescesse in Casentino e mi adopero in questa direzione.

Share

Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Share