Pages Navigation Menu

La Biodanza di Rolando Toro Araneda

#ventirighescuolatoro – Michela San Pietro

Biodanza è diventata per me un sistema di vita

Michela San Pietro
mich-Rolando-copiaLa mia storia è “antica” in quanto ho visto nascere Biodanza a Milano.

Era il 1989; da qualche anno seguivo delle terapie di gruppo a mediazione corporea in cui si lavorava anche con la musica e con i ritmi.

Una mia compagna di corso mi ha dato un volantino che parlava di Biodanza e Rolando Toro e questo ha suscitato la mia curiosità; ho telefonato subito all’organizzatore, un eccentrico avvocato al quale dobbiamo l’arrivo di Rolando Toro in Italia, e mi sono iscritta ad uno stage (non c’era ancora il corso settimanale).

Mi hanno colpito immediatamente la coerenza e la precisione delle spiegazioni teoriche di Rolando Toro, la forza della sua conduzione e l’intensità affettiva che si era creata fin dalla ronda iniziale.

Mi sono iscritta a tutti gli stage con frequenza mensile, 6 mesi dopo mi sono iscritta al corso settimanale condotto da Eliane Matuk, ho tradotto in francese le dispense della scuola svizzera, prima scuola per operatori in Europa.

Nel 1990 mi sono iscritta al primo ciclo della scuola Modello Rolando Toro, la prima scuola per operatori in Italia, con l’idea di approfondire le mie conoscenze e le vivencie; l’intensità vivenciale era alquanto amplificata nel gruppo della scuola; tornavo a casa un po’ sconvolta e arricchita nello stesso tempo.

Non sapevo se avrei insegnato, non mi ritenevo all’altezza, eppure qualcosa mi attirava verso l’insegnamento; ho terminato tutto l’iter formativo con i corsi di operatore tutor e didatta e sono operatrice da circa 20 anni, tutto questo grazie agli incoraggiamenti di Rolando ed Eliane.

Ho fatto varie docenze nella scuola di Milano, una volta anche alla scuola di Firenze, diretta da Valkiria Bolinelli.
Ho seguito e seguo ancora diverse estensioni, con maggiore frequenza durante i primi anni di insegnamento (Biodanza , identità e i 4 elementi, Progetto Minotauro, l’Albero dei desideri, Biodanza acquatica etc.)

Continuo a frequentare, quasi regolarmente, la scuola di Milano perché è la mia scuola di origine, riconosco la serietà e il rigore metodologico che, attraverso esercizi semplici, induce vivencia di estrema profondità; riconosco l’importanza dell’aggiornamento di un sistema che è sempre in evoluzione. Ritengo inoltre importante essere presente per poter sostenere, con la mia esperienza, gli allievi in formazione.

Tengo regolarmente un corso settimanale per la terza età (da 13 anni), stage occasionali e un’estensione “Biodanza, il percorso dell’eroe” creata da me stessa insieme a Sonia Zavoli, dopo 2 anni di documentazione e sperimentazione, estensione approvata con una lettera dello stesso Rolando Toro.

Sono socia fondatrice dell’AIPOB, associazione professionale degli operatori, che è stata costituita il 31 agosto 2013

Posso affermare di aver conosciuto il meglio di Biodanza in quanto ho ricevuto gli insegnamenti direttamente da Rolando Toro ed Eliane Matuk e ho visto nascere questo sistema con entusiasmo, con freschezza, con spontaneità; tutto è partito con amore e con estremo coraggio.

Penso proprio di conservare la professionalità e i valori che questo sistema mi ha passato, Biodanza è diventata per me un sistema di vita e, ancora oggi, ricordo le parole preziose di Rolando Toro.

Share

Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Share